Seguici sulle nostre

 pagine social!!!

Seguici sulle nostre

 pagine social!!!

Seguici sulle nostre pagine social ! ! !

giornalismo

TM

TM

glnuovissimo1

GIORNALISMO LIBERO

TM

mewe
gab
gab
mewe

GIORNALISMO LIBERO

IL BLOG

SITEMAP

INFO & CONTATTI

 

info@giornalismolibero.it

collaboraconnoi@giornalismolibero.it

 

redazione@giornalismolibero.it

gab

per il tuo pensiero libero

mewe
exit

per il tuo pensiero libero

exit
exit

TM

Nasce oggi Giornalismo Libero     , che si pone come obiettivo principale, fornire a chi lo desideri la possibilità di pubblicare i propri scritti

Gli articoli del Blog

COME USCIRE DA QUESTA CRISI E MANDARE IL GOVERNO A CASA

2020-10-26 20:12

Luca Bandini

Editoriale,

COME USCIRE DA QUESTA CRISI E MANDARE IL GOVERNO A CASA

La fine del tunnel di questa crisi, sembra sempre piu' buia e lontana.Di certo, non ci aiutano le sgangherate azioni di un governo sempre piu' palesem

La fine del tunnel di questa crisi, sembra sempre piu' buia e lontana.

Di certo, non ci aiutano le sgangherate azioni di un governo sempre piu' palesemente allo sbando, se non addirittura connivente con i poteri economici e sanitari che regolan questo mondo.

Nonostante la naturale avversione del popolo Italiano per sommosse, ribellioni o quant'altro, in questi giorni si inizia ad osservare in varie parti del paese, i primi sintomi di un vero malessere diffuso, che presto o tardi potrebbe sfociare in qualche cosa di molto piu' pericoloso.

Ora, io mi sto domandando sempre piu' spesso, quale possa essere un sistema "indolore" per poter risolvere  questa drammatica situazione.

A priori escludo la violenza, come rivolte o sommosse popolari in quanto, da una parte la violenza richiama sempre violenza e con molta probabilita', chi ci andrebbe nel mezzo, sarebbero degli onesti cittadini che si sono ritrovati, loro malgrado, coinvolti,

Da un'altro punto di vista, sono contrario in quanto allora si che daremmo al governo, le armi per intervenire in modo veramente pesante - forze di polizia se non adirittura esercito - decretando un vero stato di emergenza con relativo coprifuoco di guerra.

A quel punto, qualsiasi discorso verrebbe a cadere.

Un'altra situazione alla quale ho pensato e che gia' molti stanno invocando a gran voce, sarebbe la disobbedienza fiscale totale.

Ma anche qui, sebbene potrebbe portare alcuni benefici ma solo nell'immediato, sorgerebbe un problema di tipo giuridico e si potrebbe un'altra volta ancora, fornire al governo la scusa per inasprre ancor piu' le misure restrittive e sanzionatorie(confische, congelamento dei conti ecc.)

L'unica alternativa che ritengo sia la migliore in assoluto, sempre che' coordinata molto bene e in un breve lasso di tempo, sarebbe quella di estinguere simultaneamente la maggor parte dei conti correnti bancari.

In questo modo, non solo non si farebbe assolutamente nessun reato, ma si opererebbe alla luce del sole.

Tanti diranno, ma cosa vuoi fare se si prelevano 2 o 3 mila euro a testa. Non e' cosi'.

Perche' se i 2 o 3 mila euro a testa li prelevano 20 milioni di persone, iniziamo a parlare di cifre a livello di 40/60 miliardi di euro e se la cifra pro capite dovesse anche ascendere a 10/20 mila euro capite bene che nell'arco di una decina di giorni le banche si vedrebbero sottratti 3 o 400 miliardi liquidi.

Senza calcolare che fisicamente le banche non ritengo abbiano cifre simili.

Per cui il sistema fatalmente collasserebbe.

Tanti mi hanno obiettato che con i limiti di ritiro del contante, questa operazione non si potrebbe fare. Vero, ma ci sono anche altri sistemi molto piu' rapidi.

Proprio su questo sito, tempo fa ho postato un apio di link di carte di debito estere, N26 e Wirex, che funzionano alla perfezione.

Oltre a queste, il mondo della rete e' pieno di carte simili, senza limiti di deposito e strasicure, dove ci si possono trasferire anche molti piu' soldi dei 10 20 mila euro ricordati poco sopra.

L'unica cosa della quale prego tutti quelli che leggono questo articolo, e' quella di condividerlo il piu' possibile con il maggior numero di persone.

Se riusciamo in poco tempo a coordinarci, potremmo raggiunger veramente un tal numero di persone che potrebbero raggiungere la massa critica per far saltare il piatto.

Ricordatevi tutti che da soli non si va da nessuna parte ma insieme possiamo veramente riuscire a cambiare le cose.

Questo articolo lo postero' anche nella relativ pagina su facebook e chiunque abbia voglia di provare a cambiare il proprio destino, metta una frase tipo " io ci sono".

Piu' saremo e prima riusciremo ad uscire da questo tunnel.

E sopratutto, saremo orgogliosi di aver contribuito alla salvezza del nostro grande paese.

 

Per il tuo spazio pubblicitario sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email:


 

Contenitore dove chiunque potrà pubblicare i propri articoli di cultura, storia, politica, società ed altro al fine di combattere lo strapotere della stampa mainstream.
 

www.giornalismolibero.it    All Right Reserved 2016-2021

 

by Luca Bandini

 

Sede Legale: Località Il Casalone - Lano 37 - 53034 Colle di Val d’Elsa (SI)


P. Iva: 01540210521

Cookie Policy | Privacy Policy

 


Sito web realizzato da homo vivo giuseppe rago: +39 366 539 9177 - PEC: giusepperago@casellapec.com - Email: beppe212@tutanota.com

info@giornalismolibero.it

clicca qui per un preventivo aggiornato

Supporta, con poco, un progetto nascente, indipendente e ambizioso ma, soprattutto, a disposizione del popolo!

donazioni

Supporta, con poco, un progetto nascente, indipendente e ambizioso ma,

soprattutto, a disposizione del popolo!

Donazioni 2
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder