Seguici sulle nostre

 pagine social!!!

Seguici sulle nostre

 pagine social!!!

Seguici sulle nostre pagine social ! ! !

giornalismo

TM

TM

glnuovissimo1

GIORNALISMO LIBERO

TM

mewe
gab
gab
mewe

GIORNALISMO LIBERO

IL BLOG

SITEMAP

INFO & CONTATTI

 

info@giornalismolibero.it

collaboraconnoi@giornalismolibero.it

 

redazione@giornalismolibero.it

gab

per il tuo pensiero libero

mewe
exit

per il tuo pensiero libero

exit
exit

TM

Nasce oggi Giornalismo Libero     , che si pone come obiettivo principale, fornire a chi lo desideri la possibilità di pubblicare i propri scritti

Gli articoli del Blog

NON C'E' LIMITE AL PEGGIO

2021-10-26 21:04

Luca Bandini

Aperitivo quotidiano, Mattarella, presidente della Repubblica, tg4, asserzioni molto dubbie,

NON C'E' LIMITE AL PEGGIO

Tanto per tenermi informato anche se giorno dopo giorno il guardare certi telegiornali mi procura un vero e proprio fastidio fisico, come ogni giorno

Tanto per tenermi informato, anche se, giorno dopo giorno, il guardare certi telegiornali mi procura un vero e proprio fastidio fisico, come ogni giorno, oggi mi sono sorbito il duo comico Giuseppe Brindisi e Paolo Guzzanti su Rete 4, durante il relativo tg4 .

Al di la' dello specifico fatto che sia Brindisi che Guzzanti sono due vere e proprie macchiette che mi suscitano non pena ma rabbia in quanto, purtroppo, sono ascoltati da diversi milioni di Italiani che, magari, non hanno i mezzi necessari per comprendere la valanga di imbecillita' che questi due guitti riescono a dire in una singola serata. Alle volte, come stasera, resto basito dai servizi che vengono mandati in onda.

Nella fattispecie parlo del servizio mandato in onda circa il discorso del Presidente Mattarella in un'occasione ufficiale odierna, dove questo signore, sul quale cerco di esprimermi contenendomi, per evitare qualsiasi possibile denuncia per diffamazione o altro, ha voluto intervenire a gamba tesa contro i "pochi" contrari ai vaccini e al Green Pass che, assolutamente senza motivazioni "scientifiche" <<non possono mettere a rischio gli ottimi successi della stupefacente campagna vaccinale>>.

Ma io mi domando vermente, come si dice in Toscana, se questa persona ci fa o ci e'.

Le note e le parole della trasmissione di Report di ieri sera ancora non si sono dissolte nell'etere, e dobbiamo sorbirci l'ennesima bufala circa la strepitosa campagna vaccinale e, per di piu', ascoltare le accuse di poca scientificita' lanciate ai contrari al vaccino, nonostante quanto e' emerso durante la trasmissione di ieri?

Ma veramente, stiamo scherzando?

Nell'aperitivo di oggi ho voluto essere abbastanza "leggero" nelle accuse e nelle conclusioni che ho tratto, sulla base delle dichiarazioni ascoltate da Report, ma ora non penso di potermi piu' contenere.

Secondo le fonti ufficiali del sito della Presidenza del Consiglio, ad oggi sarebbero 46,5 milioni di persone che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino e almeno 44 milioni quelli che hanno completato il ciclo vaccinale.

Sapendo che la popolazione Italiana conta la bellezza di 59.641.488 persone, il conto matematico risulta essere molto semplice e ci fornirebbe una fetta di persone senza nemmeno una dose, di circa 13 milioni di persone.

Ma fra di loro ci sono la bellezza di 10,5 milioni di under 18 per cui, a conti fatti, i non vaccinati sopra i 18 anni dovrebbero ammontare a non piu' di 2,5 milioni, il che sarebbe la dimostrazione plastica di quanto siano stupidi anche nel raccontare le menzogne.

I telegiornali sono pieni di annunci e proclami sul fatto che ci sono ancora 3,5 milioni di over 50 senza vaccinazione e questo, ovviamente, fa a cazzotti con i dati appena riportati, in quanto sono piu' di quelli che effettivamente risultano dai loro stessi dati ed, in piu', prevederebbe che fra i 18 e i 50 anni si sarebbero vaccinati tutti, fino all'ultimo, anche chi, per ragioni mediche, non poteva o chi, come diversi miei amici, avendo gia' fatto la malattia non si sogna nemmeno lontanamente di farlo.

La possibile giustificazione e' che moltissimi giovani sotto i 18 anni si siano fatti iniettare il siero magico, magari solo per poter andare tranquillamente in discoteca.

E qui mi riallaccio al discorso principale, poiche' bisognerebbe considerare quanti soggetti sotto i 30 anni si siano inoculati AstraZeneca.

Penso che sia un calcolo molto complesso e che sicuramente non ci verra' comunicato ufficialmente, in special modo dopo la trasmissione di ieri sera, dove si metteva in evidenza che la vaccinazione con AstraZeneca sotto i 30 anni produceva maggiori svantaggi rispetto agli esigui benefici sul Covid.

Comunque voglio azzardare un'ipotesi: visto e considerato che gli appartenenti alla fascia dai 18 ai 30 anni sono circa 6 milioni e che, sicuramente, almeno altri 2/3 milioni di minori sono stati vaccinati, si avrebbe una platea ipotetica di circa 9 milioni di persone che hanno ricevuto il ciclo vaccinale completo.

A questo punto, ipotizzando che almeno il 25% di tali soggetti sia stato vaccinato con Astrazeneca, vista anche la splendida performance del governo con gli Open Day, ci sono circa 2,2 milioni di persone che sono a serio rischio di complicanze nell'immediato futuro e che, quasi sicuramente, dovranno affrontare problemi molto seri di salute nei prossimi 5/10 anni.

E il nostro Presidente della Repubblica si permette di insultare le sofferenze di tutte queste persone, come la ormai nota 18enne Camilla Canepa, morta dopo 20 giorni dalla vaccinazione con AstraZeneca, dicendo che le resistenze a vaccinarsi sono assolutamente prive di fondamenti scientifici?

Purtroppo, per tutelare me stesso, sono costretto a non esprimermi come vorrei, ma posso garantirvi che, al posto del padre di questa sciagurata ragazza, mi sarei gia' armato e avrei preso provvedimenti diretti verso tutti coloro che vogliono costantemente nascondere le proprie responsabilita'.

E le proprie imbecillita', aggiungo io.

 

1camilla-110621-1635276519.jfif

Per il tuo spazio pubblicitario sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email:


 

Contenitore dove chiunque potrà pubblicare i propri articoli di cultura, storia, politica, società ed altro al fine di combattere lo strapotere della stampa mainstream.
 

www.giornalismolibero.it    All Right Reserved 2016-2021

 

by Luca Bandini

 

Sede Legale: Località Il Casalone - Lano 37 - 53034 Colle di Val d’Elsa (SI)


P. Iva: 01540210521

Cookie Policy | Privacy Policy

 


Sito web realizzato da homo vivo giuseppe rago: +39 366 539 9177 - PEC: giusepperago@casellapec.com - Email: beppe212@tutanota.com

info@giornalismolibero.it

clicca qui per un preventivo aggiornato

Supporta, con poco, un progetto nascente, indipendente e ambizioso ma, soprattutto, a disposizione del popolo!

donazioni

Supporta, con poco, un progetto nascente, indipendente e ambizioso ma,

soprattutto, a disposizione del popolo!

Donazioni 2
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder