Seguici sulle nostre

 pagine social!!!

Seguici sulle nostre

 pagine social!!!

Seguici sulle nostre pagine social ! ! !

giornalismo

TM

TM

glnuovissimo1

GIORNALISMO LIBERO

TM

mewe
gab
gab
mewe

GIORNALISMO LIBERO

IL BLOG

SITEMAP

INFO & CONTATTI

 

info@giornalismolibero.it

collaboraconnoi@giornalismolibero.it

 

redazione@giornalismolibero.it

gab

per il tuo pensiero libero

mewe
exit

per il tuo pensiero libero

exit
exit

TM

Nasce oggi Giornalismo Libero     , che si pone come obiettivo principale, fornire a chi lo desideri la possibilità di pubblicare i propri scritti

Gli articoli del Blog

SIAMO TROPPI?

2021-04-17 08:37

Luca Bandini

Editoriale,

SIAMO TROPPI?

Cosi Rockefeller, ha spiegato davanti alle Nazioni Unite, che dobbiamo fare qualche cosa al fine di ridurre se non dimezzare la popolazione umana.Sono

Cosi Rockefeller, ha spiegato davanti alle Nazioni Unite, che dobbiamo fare qualche cosa al fine di ridurre se non dimezzare la popolazione umana.

Sono sempre stato lontano dalle varie teorie complottistiche, in quanto sempre e comunque prive degli elementi base per poter avere una qualche parvenza di credibilita'.

Ma in questo caso, mi sto ponendo delle domande assolutamente lecite e sarebbe bene che si incominciasse tutti quanti a porsele.

Partiamo dai dati oggettivi.

Sulla terra convivono, spesso affastellati in case fatiscenti o in bidonville assolutamente lontane da qualsiasi parvenza di umanita', circa 8 miliardi di persone che, di per se stesse, non sarebbero assolutamente troppe, rispetto alle capacita' che ha il nostro pianeta di fornire cibo e sostentamento.

Infatti, con tutti i giusti correttivi, le produzioni mondiali di cibo, potrebbero sostenere tranquillamente il doppio della popolazione attuale. 

Basta andare a vedere i dati di produttivita' globale e ci si rende conto, ad esempio, che con la carne prodotta in un anno - di tutti i tipi - ogni abitante della terra ne potrebbe mangiare 2 etti al giorno per un anno intero.

Altro dato da tenere in considerazione, e' il balzo in avanti che ha fatto l'aspettativa di vita media che, secondo l'ultimo dato consolidato del 2015, si attesta sui 71,5 anni medi.

Con il progressivo debellamento delle malattie e con l'avvicinarsi della vittoria contro le malattie tumorali e cardiovascolari, con estrema sicurezza l'asticella salira' molto rapidamente fino a raggiungere, con ogni probabilita', i 100 anni medi entro il 2050.

Ora capite che con queste prospettive, la popolazione mondiale in assenza fra parentesi di conflitti globali, potrebbe facilmente raggiungere e superare i 10-15 miliardi di persone entro la stessa data, con conseguenze inimmaginabili, per la sopravvivenza e coesistenza di tutti quanti.

Altro dato incontrovertibile e ormai accertato, e' che questo virus e' fuoriuscito da un laboratorio di Whuan in Cina, super potenza mondiale, volontariamente o "accidentalmente".

Per converso, abbiamo la presenza di un virus assolutamente non letale come la precedente Spagnola o peggio ancora Peste nera che ha afflitto l'umanita' per 5 secoli, ma solamente un virus con una letalita' molto simile a quella del cugino stretto Sars Cov1 ovverossia la normale influenza.

Attualmente i morti per questo virus in tutto il mondo sono circa 3 milioni contro i normali 50-60 milioni di morti che si contano ogni anno, per le piu' disparate cause.

In ultimo, dobbiamo tener conto di quante cose siano state dette da vari personaggi in diverse conferenze e riunioni piu' o meno pubbliche.

Come detto all'inizio, lo stesso Rockefeller ha affermato che siamo troppi e che si deve agire in fretta per poter mettere "sotto controllo" la crescita della popolazione mondiale al fine, giustifica lui, di una miglior esistenza di tutti quanti su questo pianeta.

In altre riunioni come quella di Rio de Janeiro o del Cairo in questi ultimi anni, si e' parlato di ecosostenibilita', di abbassamento dei fattori inquinanti, di degrado della vita nelle periferie delle grandi metropoli e, non a acaso, del sovrapopolamento della terra.

Per ultimo, dobbiamo considerare con grande attenzione e, a parer mio, come segnale di imminente drastico cambiamento nella vita di tutti quanti, cio' che sta accadendo a livello politico e sociale nelle nostre societa'.

Da piu' parti, si e' iniziato a dire prima sottovoce e poi sempre con maggior forza, che il nostro futuro non sara' mai piu' uguale a prima, che dovremo adeguarci e convivere con questo virus e con quelli che verranno, che dovremo abituarci a cambiare tenore di vita, che ci si dovra' ob torto collo, convincere a perdere alcune liberta' personali e che, in definitiva, il nostro modello sociale antecedente, era sbagliato e che quello giusto sara' il nuovo modello presentatoci e impostoci, con mascherina, distanziamento "sociale", eliminazione per quanto possibile dei rapporti interpersonali e via di questo passo.

E tutto questo in nome della sicurezza di tutti quanti noi ovvero, per il nostro bene.

E arriviamo all'analisi e alle conclusioni di tutti questi dati.

Ovviamente questo non sarebbe il sistema giusto per dimezzare rapidamente la popolazione mondiale. Infatti, i 3 milioni di morti non incidono in alcun modo sul totale.

Basti pensare che solo la Russia nel secondo conflitto mondiale, ha patito circa 14 milioni di morti ufficiali e sicuramente, secondo recenti calcoli, oltre 30 milioni di perdite.

E cio' non ha assolutamente inciso nel totale della popolazione mondiale.

Ma e' qui che viene il punto focale di tutto quanto e cioe' che nessuno dei succitati personaggi - anche quelli non citati in quanto non ci e' dato sapere chi siano - si e' mai sognato di avviare una pestilenza a livelli di peste nera(25% della popolazione mondiale eliminata in poco piu' di mezzo secolo) contro la quale ovviamente, sarebbero stati esposti anche loro e i loro amici e parenti, ma semplicemente di innescare un meccanismo con il quale poter dare l'avvio ad un piano ben definito, nel tempo.

Non sara' tanto il Coronavirus che portera' a compimento questa balzana idea, ma la GESTIONE del Coronavirus.

E mi spiego.

Se veramente dovesse esserci un piano dietro a tutto questo inferno scatenato dalla Cina, con i dati sopra riportati si puo' benissimo vedere quale potrebbe essere lo sviluppo del tutto nei prossimi 10-15 anni.

Il modificare sostanzialmente il comportamento di massima liberta' del quale abbiamo goduto fino a ieri, portera' per prima cosa, ad un minor contatto sociale, a un disgregamento costante di tutti quei meccanismi per i quali ci si sposa e si fanno figli - feste, discoteche, gite, scampagante, vacanze in giro per il mondo in allegre comitive, ecc - per cui si iniziera' gradatamente  a vedere un calo importante nella natalita' globale.

In breve tempo, appunto 10-20 anni, queste persone potrebbero raggiungere gli obiettivi dichiarati apertamente, senza per altro dover ricorrere a mezzi drsatici.

Analizziamo i risultati che potrebbero raggiungere - sempre considerando per ipotesi, che veramente esista qualcuno che abbia messo in atto una tale orrida idea - in questo breve tempo.

Maggior controllo dell'intera popolazione mondiale, minori "fastidi" dal troppo girare liberamente di tutti quanti, maggiori risorse economiche per loro stessi e per tutti coloro che ritengono importanti per se stessi, inversione nella crescita della popolazione, raggiungimento del pieno potere sia politico che economico della maggior parte dei paesi occidentali, mantenimento dello status quo personale e, in sostanza, raggiungimento dei loro obiettivi di ridurre la popolazione mondiale in breve tempo.

Mi si dira', ma come potrebbe essere possibile che nessuno si ribelli a questo stato di cose, sicuramente noi non ci faremo rinchiudere nelle case e non rinunceremo di certo a viaggiare o ad esprimere il nostro dissenso.

Ne siete proprio sicuri?

Questa pandemia, ha rivelato una volta per tutte la vera natura della cosidetta "massa": si comporta ne pi' ne meno come un gregge di pecore.

Basta vedere quante persone per strada, in presenza di chi non porta la mascherina, come si scagliano contro di loro dandogli dell'irresponsabile. Ho visto anche video nei quali alcune persone che avevano deciso di non metterla, venivano aggrediti fisicamente da altri.

Per cui, cari signori, se domani come gia' stanno ventilando da piu' parti, immettessero sul mercato la possibilita' di impiantarsi un chip sottopelle per il monitoraggio - a loro detta - delle condizioni mediche e di salute e quindi per poter intervenire tempestivamente, sono starsicuro che la "massa" griderebbe a gran voce "lo vogliamo, datecelo".

E il gioco sarebbe fatto.

Altra domanda che mi e' stata fatta, ma se non si faranno piu' figli e quindi la popolazione calera', chi potra' lavorare e mandare avanti la nazione?

Semplice, hanno dei bacini dove pescare mano d'opera praticamente gratis, quasi inesauribili: basti pensare all'Africa, all'India, al Bangladesh alla stessa Cina.

E costringeranno tutti a collaborare per un tozzo di pane.

Ma con un risultato ancora piu' eclatante e cioe' che otterranno tutto questo con il benestare anzi con la felicita' dell'intera umanita', in quanto se tutto cio' verra' messo in pratica con i giusti tempi, l'intera "massa" ne sara' sostanzialmente felice e non avra' nulla da recriminare.

E per i "dissidenti", ovvero per le menti libere e i pensatori che ancora oggi ci sono, bastera' metterli alla gogna mediatica attraverso i loro media, dandogli dei complottisti e il gioco sara' fatto.

Molto meno dispendioso di una guerra o una dittatura sanguinaria o una rivoluzione.

Magari sono solo tutte delle belle fantasia di un poveretto come me, ma se tutto fosse drammaticamente vero?

Pensateci e traetene le conclusioni.

 

popolazione-mondiale-1626945430.jpg

Per il tuo spazio pubblicitario sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email:


 

Contenitore dove chiunque potrà pubblicare i propri articoli di cultura, storia, politica, società ed altro al fine di combattere lo strapotere della stampa mainstream.
 

www.giornalismolibero.it    All Right Reserved 2016-2021

 

by Luca Bandini

 

Sede Legale: Località Il Casalone - Lano 37 - 53034 Colle di Val d’Elsa (SI)


P. Iva: 01540210521

Cookie Policy | Privacy Policy

 


Sito web realizzato da homo vivo giuseppe rago: +39 366 539 9177 - PEC: giusepperago@casellapec.com - Email: beppe212@tutanota.com

info@giornalismolibero.it

clicca qui per un preventivo aggiornato

Supporta, con poco, un progetto nascente, indipendente e ambizioso ma, soprattutto, a disposizione del popolo!

donazioni

Supporta, con poco, un progetto nascente, indipendente e ambizioso ma,

soprattutto, a disposizione del popolo!

Donazioni 2
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder